La sleeve gastrectomy: a chi è consigliata? Vantaggi, svantaggi, rischi e complicanze

“Tra gli interventi restrittivi quello, attualmente più eseguito nel mondo, in Italia  e anche nel nostro centro di Chirurgia generale e bariatrica del Presidio ospedaliero di Magenta-Abbiategrasso, ASST Ovest Milano, è la sleeve gastrectomy” dichiara il dr. Umberto Rivolta, chirurgo bariatrico.

 

Che cos’è la sleeve gastrectomy?

“La sleeve gastrectomy è un intervento restrittivo in cui si esegue una gastroresezione, cioè l’asportazione di una parte di fondo dello stomaco che viene trasformata dalla classica sacca gastrica, quella che abbiamo fisiologicamente, a una manica (in inglese “sleeve”).”
“Il volume residuo dello stomaco è di circa 125 ml, cioè all’incirca come un vasetto di yogurt. Questo rappresenta il volume di cibo che può essere ingerito, dopo l’intervento, indipendentemente che si parli di un pasto equilibrato oppure di un bicchiere d’acqua”.

 

Per chi è indicata la sleeve gastrectomy?

“La sleeve è indicata per tutti i pazienti con obesità che hanno un Indice di Massa Corporea (IMC o BMI) superiore a 40 oppure con BMI superiore a 35 con obesità associata ad altre comorbidità (diabete tipo 2, ipertensione, dislipidemie, etc). La sleeve gastrectomy ha un buon effetto anche sul diabete di tipo 2 anche se a lungo termine sono sicuramente necessari molti studi con un follow up più lungo di quanto valutato sinora, per stabilire la superiorità o meno della sleeve rispetto ad altri interventi più consolidati”.

 

Quali sono i risultati in termini di calo ponderale?

“I risultati in termini di calo di peso sono valutabili intorno al 60% del peso in eccesso. I primi risultati a lungo termine sono buoni, ma si osserva un significativo numero di casi in cui si verifica ripresa di peso e in cui può essere richiesto il completamento dell’intervento mediante procedura di revisione.

 

Quali sono le ragioni della sua diffusione?

“Attualmente la sleeve rappresenta, come dicevo, l’intervento più eseguito e il motivo di questo successo è legato al fatto che non dà malassorbimento e nel caso in cui, sia necessario per esempio assumere dei farmaci oppure fare delle procedure endoscopiche come la gastroscopia oppure un’esplorazione anche dell’albero biliare, viene mantenuta la normale fisiologia e la normale canalizzazione fra bocca-esofago-stomaco-intestino”.

 

Possono esserci complicazioni?

“Pur essendo un intervento molto eseguito, la sleeve gastrectomy non è scevra da complicanze post-operatorie. Le principali sono rappresentate da dilatazione dello stomaco residuo e reflusso gastro-esofageo.

 

GUARDA IL VIDEO

 

 

Leggi anche

Lo stomaco: com’è fatto, che cosa fa »

I tipi di interventi »

Gli interventi gastrorestrittivi »

– Sleeve gastrectomy – Gastrectomia verticale parziale »

 

 

Pere saperne di più

Linee Guida Sicob 2016 »

Standard Italiani per la cura dell’Obesità, SIO-ADI, 2016-2017 »

 

 

"Poter vivere una vita normale... non una vita a metà"

Filo diretto


Link utili

Unavitasumisura.it © 2011 - 2020 Tutti i diritti riservati
Con il contributo non condizionante di Johnson & Johnson Medical S.p.a.

Entra con le tue credenziali

Ha dimenticato i dettagli?