Il diario alimentare: è utile anche dal punto di vista psicologico?

Il diario alimentare: è utile anche dal punto di vista psicologico?

A cura del dr. Emanuel Mian, psicologo/psicoterapeuta referente del team chirurgico C.I.B.O., Istituti Clinici Zucchi di Monza, Gruppo Ospedaliero San Donato e del Centro Emotifood, Monza.

 

Il diario alimentare è uno strumento di automonitoraggio molto importante che dobbiamo fare utilizzare al nostro paziente con difficoltà nella gestione del peso o con obesità anche quando le cose non vanno come lui vorrebbe.

“Alcune persone tendono a compilare il diario alimentare fintanto che riescono a seguire la dieta” sottolinea il dr. Mian “e poi – quando sforano – in qualche modo omettono di scrivere tutto proprio per il sentimento di vergogna. Quindi a livello psicologico è molto importante aiutarli a vedere anche quando fanno un passo falso. può insegnar loro a cadere e a rialzarsi; non solo a rialzarsi ma imparare a vedere anche la caduta. Anche la caduta, l’errore ci insegnano sempre qualcosa di nuovo di noi stessi“.

“Il diario alimentare è un po’ come una moviola che permette a tutta l’equipe multidisciplinare , compresa la nutrizionista, l’endocrinologa con cui lavoro quali sono i passi falsi per poi non ripeterli … oppure fare errori “migliori”, in qualche modo.”

 

 

 

"Poter vivere una vita normale... non una vita a metà"

Filo diretto


Link utili

Unavitasumisura.it © 2011 - 2020 Tutti i diritti riservati
Con il contributo non condizionante di Johnson & Johnson Medical S.p.a.

Entra con le tue credenziali

Ha dimenticato i dettagli?