Il colore del piatto influenza il nostro appetito

Una ricerca della Cornell University (New York) ha dimostrato che se un cibo viene servito in un piatto dello stesso colore induce a mangiare di più, mentre un colore del piatto di tinta contrastante dà un’impressione di sazietà più in fretta.
L’esperimento è stato fatto sottoponendo a un campione di 60 persone piatti di pasta al sugo di pomodoro e di pasta condita con un sugo chiaro, a base di panna; la pasta è stata servita su due tavole: in una i piatti erano dello stesso colore del sugo della pasta (bianchi o rossi), nell’altro i piatti erano di colore completamente differente, con il risultato che chi aveva mangiato nei piatti dello stesso colore della pasta aveva mangiato dal 17 al 22% in più rispetto a chi aveva mangiato nei piatti di tinta contrastante.
Secondo gli studiosi statunitensi, quindi, se si inizia una dieta è preferibile scegliere con cura il colore dei piatti perché il contrasto fra i colori rappresenterebbe un segnale di attenzione a ciò che si mangia e alla sua quantità; l’evidenza del cibo nel piatto funzionerebbe psicologicamente da dissuasore. «È un fatto di illusione ottica: chi voglia mettersi in linea può iniziare da un bel servizio di piatti neri», raccomanda Brian Wansink fondatore del Food and Brand Lab della Cornell University.

 

Fonte:

Koert Van Ittersum and Brian Wansink. Plate Size and Color Suggestibility: The Delboeuf Illusion’s Bias on Serving and Eating Behavior, Journal of Consumer Research, Cornell University 2012

"Poter vivere una vita normale... non una vita a metà"

Filo diretto


Link utili

Unavitasumisura.it © 2011 - 2020 Tutti i diritti riservati
Con il contributo non condizionante di Johnson & Johnson Medical S.p.a.

Entra con le tue credenziali

Ha dimenticato i dettagli?