La prima cosa da fare per scoprire se si è in eccesso di peso è calcolare il proprio Indice di Massa Corporea (IMC) o Body Mass Index (BMI) che mette in relazione il peso con l’altezza.
La circonferenza addominale, in combinazione con il valore dell’Indice di Massa Corporea, rappresenta un parametro predittivo molto importante per determinare il grado di obesità e i rischi di salute associati.
Una raccolta di schede pratiche per approfondire l’obesità e le sue complicanze, capire meglio ciascun intervento di chirurgia bariatrica oggi disponibile e alimentare la motivazione personale a cambiare stile di vita.
Immagine Speciali Unavitasumisura
Servizi Unavitasumisura
Eventi Unavitasumisura

Gli speciali

Diabete: richiesta proroga Piani Terapeutici

La AMD, la SID, la SIE e la SIEDP esprimono il loro pieno sostegno all’appello della Federazione degli Ordini dei Medici (FNOMCeO) – al quale si è associata anche Cittadinanzattiva – che ha chiesto al Ministro della Salute, On. Roberto Speranza, l’urgente estensione della proroga della validità dei Piani Terapeutici per le persone con diabete, già prevista per far fronte all’emergenza Covid-19.

Dopo la quarantena, in Sardegna, 2 bambini su 10 sono in sovrappeso. Da un’indagine INCO

Due bambini sardi su 10 (21,6%) hanno problemi di sovrappeso e il lockdown per l’emergenza Covid-19 lo ha ulteriormente aggravato. Ne parliamo con la d.ssa Manuela Piras, Nutrizionista e referente regionale del team multidisciplinare dell’Istituto Nazionale per la Cura della Obesità (INCO), diretto dal dr. Alessandro Giovanelli.

Dopo l’intervento bariatrico è indispensabile masticare e bere lentamente: perché?

Dopo un intervento di chirurgia dell’obesità, anzi già nella fase di preparazione all’intervento, è indispensabile imparare a riconoscere il senso di sazietà e mettere in atto tutti i trucchi e gli espedienti possibili per sfruttarlo al massimo per il dimagrimento. Per perdere peso, rimane sempre fondamentale avere una buona consapevolezza alimentare.

Obesità e COVID-19: il senso di colpa non è una strategia

L’obesità rappresenta un fattore di rischio ormai ampiamente riconosciuto per gravi esiti clinici di COVID-19. La nuova strategia per combattere l’obesità, pubblicata in parallelo alla campagna sociale “Better Health, intende limitare la pubblicità di cibi malsani, migliorare l’etichettatura di alimenti e bevande in ristoranti e negozi e allargare le risorse per il controllo del peso.

Il gusto cambia subito dopo un intervento bariatrico?

L’intervento bariatrico determina una serie di modificazioni anatomiche e funzionali soprattutto a livello dello stomaco che possono alterare la tolleranza alimentare della persona operata, condizionandone la piena aderenza alle indicazioni alimentari fornite dal nutrizionista/dietista del team bariatrico di cura.

Weight regain post-bariatrico e ruolo dei fattori psicologici

Dopo un intervento bariatrico, una minima ripresa di peso (weight regain) nel lungo termine è prevedibile. Si stima che circa il 50% dei pazienti sottoposti a chirurgia bariatrica riprendano il 5% del peso perso a 2 anni dall’intervento. Tuttavia, questa ripresa di peso, è attendibile, ma non clinicamente significativa, non c’è quindi da preoccuparsi se dopo una fase di stabilizzazione ci sia un lieve riaumento.

I Video di UVSM

DOMANDE FREQUENTI

LA PAROLA DEL GIORNO

Iperalbuminemia

L’iperalbuminemia indica un aumento del tasso di albumina nel sangue. È piuttosto rara ed è quasi sempre dovuta a uno stato di disidratazione.

NEWS

Diabete: richiesta proroga Piani Terapeutici

La AMD, la SID, la SIE e la SIEDP esprimono il loro pieno sostegno all’appello della Federazione degli Ordini dei Medici (FNOMCeO) – al quale si è associata anche Cittadinanzattiva – che ha chiesto al Ministro della Salute, On. Roberto Speranza, l’urgente estensione della proroga della validità dei Piani Terapeutici per le persone con diabete, già prevista per far fronte all’emergenza Covid-19.

CONSIGLI PER OGNI STAGIONE

Orzo: il cereale dell’estate

L’orzo è un cereale nutriente che facilita la digestione: apporta meno proteine del frumento ma è particolarmente ricco di sali minerali.
Per questo viene spesso definito come un cereale “estivo”, mineralizzante e ricco di elementi importanti, come magnesio, potassio, cromo e zinco e vitamine (E, PP, acido folico, gruppo B).

PUBBLICAZIONI

Pubblicazioni

CERCA UN CENTRO

Loro ce l’hanno fatta.
Ce la puoi fare anche tu!

"Poter vivere una vita normale... non una vita a metà"

Filo diretto


Link utili

Unavitasumisura.it © 2011 - 2020 Tutti i diritti riservati
Con il contributo non condizionante di Johnson & Johnson Medical S.p.a.

Entra con le tue credenziali

Ha dimenticato i dettagli?